Strømselskap | Søke om Forbrukslån | Näytöt | Beste Varmepumpe 2019 | Inntektsforsikring | Boligalarm Pris | Kredittkort Avbestillingsforsikring | Billigste Boliglån

Taggato: basilica

0

DUOMO

Il Duomo si erge nella pullulante piazza centrale di Milano. Questo inestimabile patrimonio artistico presenta una storia costellata da tumultuosi eventi che gli hanno conferito il prezioso valore oggi celebrato. La cattedrale rappresenta infatti la terza chiesa al mondo per dimensioni dopo San Pietro e la Cattedrale di Siviglia.

0

BASILICA DI SAN NAZARO IN BROLO

La Basilica di San Vittore al Corpo, ubicata nell’omonima via, è affiancata dal Museo della

Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”.

La piazza ad essi antistante conserva le tracce di uno dei complessi funerari più monumentali della

Milano tardo romana e paleocristiana.

Sorgeva infatti in quest’area, utilizzata a scopi funerari fin dal I secolo, un mausoleo imperiale

ottagonale, circondato da un recinto a forma di ottagono schiacciato con torri in parte già cristiane,

e tombe cristiane aggiunte nel corso del tempo.

0

BASILICA DI SANT’EUSTORGIO

In una piazzetta gremita vicino alla darsena, sorge la Chiesa di S.Eustorgio, considerata tra le più

antiche nonché illustri chiese della città.

A fondarla fu il vescovo Sant’Eustorgio nel IV secolo o il suo successore Eustorgio II nel VI

secolo. L’edificio paleocristiano, di cui rimangono tracce sotto l’abside, venne ricostruito due volte

in forme romaniche (la seconda intorno al 1190 dopo l’assedio dei Barbarossa, che trasferì qui le

reliquie dei Re Magi!).

0

BASILICA DI SAN MARCO

La Chiesa di S. Marco, dedicata al Santo protettore di Venezia, venne fondata nell’ XI secolo.

L’opera rappresentò infatti un omaggio a Venezia, per l’aiuto offerto durante le guerre contro il

Barbarossa.

Duecento anni più tardi i padri Agostiniani la ricostruirono; il nucleo della chiesa romanica venne

così inglobato nella nuova costruzione – più maestosa ed imponente che mai. Facciata e campanile

sfoggiano tuttora uno stile gotico lombardo, imitazione tardo ottocentesca del Maciachini.

L’interno della chiesa ha conosciuto, nel corso dei secoli, un perpetuo ciclo di fasi decorative,

rappresentate dal ricco patrimonio di affreschi.

0

BASILICA DI SAN VITTORE AL CORPO

La Basilica di San Vittore al Corpo, ubicata nell’omonima via, è affiancata dal Museo della

Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”.

La piazza ad essi antistante conserva le tracce di uno dei complessi funerari più monumentali della

Milano tardo romana e paleocristiana.

Sorgeva infatti in quest’area, utilizzata a scopi funerari fin dal I secolo, un mausoleo imperiale

ottagonale, circondato da un recinto a forma di ottagono schiacciato con torri in parte già cristiane,

e tombe cristiane aggiunte nel corso del tempo.

0

BASILICA DI SAN SIMPLICIANO

Indirizzo Piazza San Simpliciano, 7, 20100 Milano Altre Info Tel: 02 862274 [email protected] www.sansimpliciano.it MM2 Lanza Ottieni indicazioni Per Guida A piedi In bici   mostra opzioni nascondi opzioni Evita Pedaggi Evita Autostrade Da Verso...

0

BASILICA DI SAN LORENZO MAGGIORE

Ottieni indicazioni Per Guida A piedi In bici   mostra opzioni nascondi opzioni Evita Pedaggi Evita Autostrade Da Verso Generazione indicazioni in corso…… Resetta le indicazioni Stampa le indicazioni Indirizzo Corso di Porta Ticinese, Milano,...

0

BASILICA DI SAN CALIMERO

Nel 1882 Angelo Colla fece lavori di restauro che cancellarono le traccie di tutti gli stili precedenti; oltre alla facciata anche la navata unica interna venne stravolta, di notevole interesse artistico troviamo la crocifissione del Cerano e la natività di Marco d’Oggiono( allievo di Leonardo da Vinci).

0

BASILICA DI SAN BABILA

Nella zona tra le mura di età imperiale e la nuova cinta comunale, sorge la chiesa di S. Babila, una

delle poche che risulta fondata ex novo in epoca romanica.

Venne infatti realizzata tra il 1096 e il 1097 per iniziativa del chierico Nazario Muricola, il quale –

infiammato da una predica del pontefice Urbano II contro il clero eletto per denaro – decise di

sostituirsi ai preti residenti nella parrocchia di S. Romano, costruendo accanto un nuovo edificio.

La basilica presentava originariamente tre navate, tre campate e tre absidi; la navata centrale, la più

grande, era alleggerita – secondo la tradizione milanese ­ da fornici.

0

BASILICA DI SANTO STEFANO MAGGIORE

Nel tempo in cui Milano era capitale dell’Impero Romano d’Occidente – dal 286 al 402 d.C – nel

tratto di terreno fuori delle mura di Massimo Erculeo, si trovava il Brolo.

Questo immenso spazio verde era adibito in parte a orto e frutteto, in parte a bosco – dove

l’Arcivescovo organizzava battute di caccia.

Nel 367 d.C., ove è attualmente ubicata la chiesa, esisteva una piccola edicola che conservava i

corpi di quattro martiri (secondo la credenza popolare) uccisi dall’imperatore Valentiniano I.

Il sacello che conserva i loro corpi assunse il nome di Sacellum ad Innocentes.